Le donne di Puccini riallestimento 2018
Le donne di Puccini riallestimento 2018
Libertad
Libertad
Tra vestiti che ballano
Tra vestiti che ballano
A Mezzanotte
A Mezzanotte
Il delirio dell'oste bassà
Il delirio dell'oste bassà
Duetto
Duetto
Sangue Giovane
Sangue Giovane
Da canzone in Amore
Da canzone in Amore
Che passione...
Che passione...
Seta e programma
Seta e programma
Sax Love
Sax Love
Cambio di Stile
Cambio di Stile
Le donne di Puccini
Le donne di Puccini
Amore e Follia
Amore e Follia
Programma Spazi e Memoria
Programma Spazi e Memoria
Prove per lumie di Sicilia
Prove per lumie di Sicilia
seta
seta
Palermo Tutta programma
Palermo Tutta programma
Palermo di scena Programma
Palermo di scena Programma
Le donne di Puccini
Le donne di Puccini
Road Art Fest programma
Road Art Fest programma
C'è un albero dentro di me
C'è un albero dentro di me
elegia del silenzio
elegia del silenzio
libertad pubblicità
libertad pubblicità
libertad pubbicità_2
libertad pubbicità_2
saxlove pieghevole di sala
saxlove pieghevole di sala

Alcune locandine degli spettacoli e materiale promozionale di vari eventi ai quali ha partecipato l'Associazione negli anni. Purtroppo molto materiale è andato perduto nel corso di un trasferimento di sede.


Tanti ricordi, alcuni recentissimi, altri un po' meno.

Tanta fatica. Tanta passione.

Venticinque anni di attività attraverso qualche immagine.

SPETTACOLI


Alcune raccolte di foto di vari spettacoli realizzati negli anni.

Ci scusiamo per la cattiva risoluzione di alcuni scatti e per la parzialtà della documentazione.

Ma negli anni molto materiale è andato perduto o si è rovinato.

Speriamo comunque di poter dare una panoramica esauriente di quello che è

stato il nostro stile fino a oggi


LE DONNE DI PUCCINI

(Teatro Vascello Roma 2012)

(Palazzo Doria-Pamphilj - Valmontone 2012)

(Teatro Comunale i Guidonia - Teatro Imperiale 2018)

e altre per un totale di circa 60 repliche


L'universo femminile pucciniano, costellato di donne forti, coraggiose e passionali. Le più belle arie della tradizione lirica mondiale, la danza e lo sguardo ironico di un uomo dei nostri tempi. Uno spettacolo moderno in cui la lirica incontra la contemporaneità.

                      LE DONNE DI PUCCINI

          "..di Elisa, dell'amore e di altre storie "


La Regia di Elisa Farina... da lì parte un percorso stratificato, complesso, una lunga sequenza di strade, epoche, attimi, momenti, vite, storie, sentimenti, sfrenate passioni, carriere, aspirazioni, da Elisa ultimo avamposto proiettato nel futuro, alle prossime Elise che toccheranno, respireranno ameranno e avranno un solo grande desiderio.. lo stesso che dagli albori dell'umanità ha mosso il mondo...ogni essere umano che ha messo piede sulla terra, generato da madre dopo madre sentiva il desiderio di creare qualcosa che rappresentasse per sé e per i suoi simili quello che aveva nel profondo dell'anima. E così nacque l'arte in ogni sua forma. La stessa arte che oggi ci permette di fronte a questo meraviglioso spettacolo fatto di voci e volti di entrare in un mondo fatto di mille altri mondi, cosi come fece Puccini celebrando la sua anima il suo "sentire" e percepire il mondo, scrivendo di sé attraverso donne autentiche e personaggi ispirati, amori del vero e dell'immaginario. Primo e allo stesso tempo ultimo o semplicemente uno dei tanti che attraverso i suoni e le parole, le immagini e i colori ha raccontato della vita...della sua e di quella di tanti altri. Storie su storie, romanzi leggende e fatti realmente accaduti, ma sopra a ogni cosa la forza dei sentimenti, in questo io vedo nel "Le donne di Puccini" la spinta atavica dell'amore, ancora una volta...quello dei primi uomini che scoprirono il sentimento che lega e muove ogni cosa, quello di mille e mille artisti nati vissuti e morti che ne hanno raccontato, quello di Puccini e delle donne che hanno ruotato intorno alla sua vita, e oltre la sua morte, a ogni donna che ha cantato le sue opere, a ogni donna che ha amato in lui l'uomo, che ha accompagnato le sue ore o che ha sognato di farlo. In questo spettacolo che è superfluo definire bello, onore e gloria ad ogni singolo
protagonista ad ogni viso e ad ogni voce, ma lasciatemelo dire in un sincero pensiero carico di ammirazione ed affetto per la regia...sublime e profonda che rende merito all'arte nel modo più semplice ma autentico...con passione

Giusy Ragni
Blogger, Scrittrice

LIBERTAD

(Capua 2013)

Da Ettore Fieramosca a Silvio Fiorillo grandi uomini nati a Capua in uno spettacolo che ricordando il passato vuole essere un grido di libertà per il futuro. Una libertà che nasce dall'arte, dalla cultura e dal coraggio di essere "diversi"

(Valmontone 2012)

(Teatro Capranica Roma 2012)

DA CANZONE IN AMORE

Le canzoni di Amedeo Minghi costituiscono il pretesto per raccontare la storia d'amore di una donna, le sue attese, le sue malinconie. Passione e nostalgia si intrecciano nella prosa a tratti poetica e a tratti violentemente passionale.

                      DA CANZONE IN AMORE

          "(Diario Segreto)...impressioni:dell'amore, con
l'amore...per l'amore "


Dell'amore, con l'amore...per l'amore; in molti ne hanno scritto e ne scriveranno ancora... fino a che l'ultima stella nell'universo brucerà nell'infinito ed è questo che si tocca e si respira mentre con gli occhi chiusi e il cuore spalancato si resta con il fiato Fermo seguendo "DA CANZONE IN AMORE" (Diario Segreto), amore niente altro che amore.
Chi ama profondamente, chi ha cavalcato e cavalca i dolori e gli entusiasmi di avere dentro sentimenti profondi lo sa, lo capisce immediatamente, sin dai primi minuti dello spettacolo; ed allo stesso tempo apre la mente a questa percezione anche a chi è più distante dall'amore. I brani sono incommentabili, fermi nel tempo, veri cult della musica italiana, parole stupende che tutti almeno una volta abbiamo fatto nostre. Parole che ci parlano del nostro amore, mentre raccontano di quello che la protagonista vive e scrivono tra le note tutte quelle frasi che non abbiamo saputo scrivere o dire mai. Indimenticabili. Nessuno come una donna che ama tanto che ha amato e amerà sa tenere dentro di se un universo che si muove intorno alle sue attese, al bisogno di avere accanto il suo uomo, ai momenti di passione e di bruciante
nostalgia e costruisce attimo per attimo un'infinita rete di sensazioni ed emozioni che sanno rendere rarefatto e magico tutto ciò che tocca.
Nello spettacolo questo si percepisce e emoziona, cattura; sveglia desideri e ricordi perché tutti ne abbiamo; tutti vogliamo l'amore vero e se lo abbiamo perso, ritrovarlo; ed è piacevole e giusto scoprire che c'è ancora chi ne sa raccontare perché lo conosce. Una splendida rivalsa, una vittoria per chi lotta ogni giorno per l'amore e crede nella forze dei sentimenti. Bellissima e innovativa maniera di fare teatro, ma soprattutto
magnifico modo di dare al pubblico attimi toccanti rendendolo partecipe di segrete passioni e di infiniti travagli portati in scena con una naturalezza e un calore unici. La voce del cantante sempre affascinante trova il suo degno supporto nella voce lirica
che gli è stata affiancata, mix azzeccato del timbro maschile e della rarefatta femminile impostazione della cantante. E seppure possa apparire troppo semplice o banale l'unica parola che in sintesi abbraccia tutto il consenso che nasce nell'ascolto è: Bellissimo.! E non si può non dire grazie a chi in questo spettacolo ci ha messodavvero il cuore.


Giusy Ragni
Blogger, Scrittrice

SETA (2014)


GERSWIN & ALL AMERICAN JAZZ (2015)


SETA : Ancora uno spettacolo dove protagonista è l'universo femminile. In occidente come in ogni altra parte del mondo la donna, seta, con la voce, con la danza, con la musica, con le parole. Donne che sempre, a qualsiasi latitudine si trovino, sono forti e delicate, timide e decise, sensuali, provocanti e capaci di qualunque sacrificio


GERSWIN & ALL AMERICAN JAZZ : Solo Musica. Musica che nasce e si diffonde senza necessità di supporti particolari. La bellezza di una voce e di una melodia per il Concerto di Capodanno del 2015

SANGUE GIOVANE (2007)


A MEZZANOTTE (2005)


TRA VESTITI CHE BALLANO (2009)


Sangue Giovane: tratto dal romanzo di Peter Asmussen è la storia di una donna che ha saputo tenere dentro di se l'umiliazione e la mortificazione alla sua femminilità avvenuta in età adolescenziale ad opera della sua amica del cuore. Sessanta anni passano ma non bastano a cancellare quel dolore. Sessanta anni di incontri annuali con la stessa amica colpevole dell'oltraggio. La vendetta, finalmente e l'allontanamento. Ma la solitudine e il vuoto che diventa gelo. Anche l'odio riempie e permette di vivere.


A Mezzanotte: In un futuro ipertecnologico, l'essere umano posto di fronte alle proprie paure si rivela fragile e insicuro. I progressi della scienza e della tecnica non hanno certo il potere di modificare le reazioni emotive e psicologiche dell'uomo, che dotato di sentimenti resta, nel futuro come nel passato, in bilico tra l'immagine di se riflessa nella propria mente e quella negli occhi degli altri.


Tra Vestiti che Ballano: Liberamente tratto dall'omonimo lavoro di Pier Maria Rosso di San Secondo, l'opera è imperniata sul decadimento dei valori della società aristocratica a favore dell'avvento di una società borghese nella quale al diritto per nascita si sostituisce il diritto "economico". Una società che spettacolarizza i sentimenti e riesce a monetizzarli e che dimostra di essere incapace di provare veri sentimenti. Torna il tema delle marionette, caro all'autore, esseri umani ormai vuoti di emozioni ed incapaci di umanità e commozione.

DUET (2000)


AMORE E FOLLIA (2007)


IL BAMBINO CATTIVO (1998)


DUET:  Atto unico della nuova drammaturgia statunitense il cui tema principale è una riflessione sul teatro, intrecciato e tessuto con le fila della vita. Due attrici sono le protagoniste del lavoro di Eskin, due grandissime attrici che hanno rappresentato il teatro stesso: Eleonora Duse e Sarah Bernhardt, in una notte di visioni e solitudine.


AMORE E FOLLIA: Drammaturgia di movimento iispirata ad una fiaba nordica. Un esperimento di teatro danza sull'amore e le sue implicazioni emotive. Sui ricordi, sulle paure, sul passato e sulla ricerca di se stessi.


IL BAMBINO CATTIVO: prendendo spunto da una fiaba di H.C.Andersen due uomini e due donne si confrontano sui sentimenti attraverso le diverse età della vita. Una scenografia in tubi innocenti e filo di ferro per creare gabbie di incomunicabilità dalle quali si può tentare la fuga solo attraverso l'unione emotiva.

Purtroppo di moltissimi lavori non abbiamo più materiale video e foto ma solo locandine e a volte neppure quelle. Ci spiace tanto soprattutto per lavori come "Sax Love", "C'è un albero dentro di me", "In cammino", " La città dell'antica memoria", "Il cavallo che doveva essere Re", ... e altri ancora. Peccato. Speriamo però di essere riusciti a emozionare e magari aver lasciato un piccolissimo ricordo in coloro che sono veniti a vederci



LIBERTAD

DA CANZONE IN AMORE

LE DONNE DI PUCCINI (Teatro Vascello - Roma)

LE DONNE DI PUCCINI (Valmontone - RM)

SANGUE GIOVANE 1

SANGUE GIOVANE 2

SANGUE GIOVANE 3

SANGUE GIOVANE  finale

TRA VESTITI CHE BALLANO 1

TRA VESTITI CHE BALLANO 2

AMORE E FOLLIA

One Soul Theatre

(video intervista con il Direttore Artistico)

Le Donne di Puccini per la scuola

Le Quattro Stagioni della Vita

Presentazione del libro "La bella La noia e il Padreterno"